Un Pallone per la Legalità

Venerdì 6 marzo 2022 si è svolto all’Istituto d’Istruzione Superiore “V. Moretti” di Roseto degli Abruzzi l’incontro “Un pallone per la legalità”. La cornice, come sempre per gli eventi più importanti, è stata l’Aula Magna della scuola e vi hanno preso parte diversi ospiti che hanno parlato sia di sport sia di legalità, portando all’attenzione degli studenti il caso di un reinserimento sociale.

Ad aprire i lavori è stata la Preside prof.ssa Daniela Maranella che, insieme all’Assessore al Sociale del Comune di Roseto, dott. Francesco Luciani, ha sottolineato l’importanza della rieducazione e della inclusione, soprattutto per chi ha avuto problemi con la giustizia. L’assessore Luciani si è soffermato sul sistema carcerario italiano, rimarcandone le diverse criticità. A seguire hanno preso la parola la prof.ssa Maria Teresa Caccavale, che è presidente dell’Associazione di Volontariato Happy Bridge, organizzatrice dell’evento, e l’avv. Martina Vallesi.

L’ultimo intervento, e anche il più atteso, è stato quello di Fabrizio Maiello, ex promessa del calcio del Milan e del Monza, ma che a causa di un grave infortunio (“che mi fece disconnettere il cervello” ha raccontato), intraprese la via dell’uso di droghe e della criminalità, finendo più volte in carcere e addirittura in un manicomio criminale. Dopo tante vicissitudini, fatte di rifiuto della società e di violenze, Fabrizio, grazie allo sport e alla sua grande abilità di palleggiatore (detiene diversi record mondiali), è riuscito a cambiare la sua esistenza e oggi è un Role Model (modello di riferimento), al punto da portare in giro per le scuole d’Italia la sua esperienza. I tanti studenti intervenuti hanno apprezzato un incontro che, oltre ad aver fatto luce sulla situazione delle carceri italiane, ha fatto capire anche come è possibile cambiare grazie alla disponibilità di persone che sanno trasmettere umanità, come quelle incontrate dallo stesso Fabrizio.